Se il colore da prurito scegli e valuta il prodotto migliore

Da scegliere, valutare, applicare fino ai tempi di posa e composizione chimica. Districarsi nel mondo della colorazione non è sempre facile. E sia che si voglia dare un semplice tocco di colore all’acconciatura o che si desideri coprire gli antipatici capelli bianchi (canizie), è sempre bene seguire alcune accortezze.

COME SCEGLIERE IL PRODOTTO MIGLIORE PER LA TINTA AI CAPELLI 

Districarsi nel mondo della colorazione non è sempre facile.

E sia che si voglia dare un semplice tocco di colore all’acconciatura o che si desideri coprire gli antipatici capelli bianchi (canizie), è sempre bene seguire alcune accortezze.

Di certo la scelta migliore di base è quella di affidarci al nostro parrucchiere di “fiducia” che non solo avrà in salone i prodotti migliori per la colorazione ma saprà anche combinare una soluzione personalizzata per le vostre necessità.

Ed in effetti è fondamentale, prima di applicare un colore, conoscere bene la natura del nostro capello (capelli fini, capelli spessi, capelli sfibrati, etc.), della nostra cute (cute grassa, cute secca, etc.) ed eventuali patologie fisiologiche che andranno a definire la scelta per il giusto trattamento di colorazione (allergie, arrossamento della cute, prurito, etc.)

Scelta che, solo un esperto coiffeur può aiutarvi a fare, selezionando per voi e con voi un trattamento specifico per le vostre esigenze e soprattutto adatta alla fisiologia dei vostri capelli.

 

 

 

COSA VALUTARE NELLA SCELTA DI UN PRODOTTO PER LA COLORAZIONE DEI CAPELLI

Di certo ciò che più ci sta a cuore è colorare i nostri capelli con prodotti non “invasivi” e che rispettino la natura dei nostri capelli. 

E per farlo bisogna valutare:

  1. La composizione chimica del prodotto di colorazione dei capelli;
  2. Il tempo di posa della tinta per capelli.

 

1. COMPOSIZIONE CHIMICA: COLORE CON AMMONIACA O SENZA AMMONIACA, QUALE SCEGLIERE?

L’elemento principale contenuto nei prodotti per tintura dei capelli è l’ammoniaca.

L’ammoniaca è una sostanza volatile dall’odore acre necessaria per l’apertura delle squame del capello permettendo quindi ai pigmenti del colore di attecchire in profondità. Una componente indispensabile laddove si desidera avere una colorazione permanente e più duratura ma, che ovviamente risulta più aggressiva dei colori senza ammoniaca. Ed è proprio la scelta tra prodotti ammoniacali e non che ci permette di avere il risultato desiderato ma nel pieno rispetto della natura del nostro capello e della nostra cute. Ecco perchè, in questo caso è bene affidarci ad un esperto che sappia consigliarci la soluzione migliore e personalizzata per noi.

 

 

COLORI AMMONIACALI

Già dalla sua funzione comprendiamo come se vogliamo passare ad un look totalmente differente come ad esempio dal biondo al nero e/o viceversa e se abbiamo necessità di coprire totalmente i capelli bianchi, i prodotti con ammoniaca determinano il risultato migliore in quanto riescono a fissare il colore in profondità ed hanno una durata maggiore(colorazione permanente o semipermanente).

Di contro, però, le tinture con ammoniaca risultano essere anche quelle più aggressive per i nostri capelli e anche per la salute di chi soffre di gravi allergie o arrossamenti della cute.

E’ possibile allora, optare per tinture senza ammoniaca.

 

 

COLORI NON AMMONIACALI

I colori senza ammoniaca sono molto più delicati e meno aggressivi sia per la fibra del capello che per la nostra cute. Queste tinture infatti sono arricchite con oli vegetali naturali che nutrono e idratano il capello senza essere aggressive quanto le tinte tradizionali con ammoniaca.

Proprio per la loro maggiore delicatezza, però sono adatte solo per alcune tipologie di trattamento come il tono su tono o quando la percentuale dei capelli bianchi da coprire è relativamente bassa. Risultano quindi adatte per colorazioni temporanee o laddove si desideri solo avere un effetto riflessante tono su tono.

 

Altro elemento importante nella scelta del colore è di certo il TEMPO DI POSA.

 

2. TEMPO DI POSA: PIÙ CURA PER INOSTRI CAPELLI SENZA STRESS DI TEMPO 

Esso infatti, soprattutto se pensiamo ai colori ammoniacali, è determinante nello scatenare quei fastidiosi pruriti post colorazione, o arrossamenti tipici dei trattamenti di colorazione.

Ovviamente sono da escludere i casi di allergie patogene o stati di gravidanza, dopo a causare reazioni dannose per la nostra salute è l’ammonisca stessa e non il tempo di posa.

Negli altri casi invece, diminuendo il tempo di contatto con la cute ci assicuriamo un beneficio maggiore per la fibra capillare e la cute.

Se poi, a questi benefici aggiungiamo anche, il maggior tempo a disposizione per la nostra giornata, di certo il risultato ci appagherà.

In effetti, pensare ai lunghi tempi di attesa per una sessione di colore dal nostro parrucchiere di fiducia, spesso risulta stressante. Ed allora, di certo queiprodotti che in poco tempo ci garantiscono lo stesso risultato dei colori tradizionali, diventeranno i miglior alleati delle donne dinamiche e impegnate che pur avendo poco tempo a disposizione non rinunciano mai ad essere impeccabili.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca